sabato 7 maggio 2011

Recensione di "Dormi per sempre" di Sabine Thiesler






-"Stammi bene", bisbigliò, "dovunque tu vada ora.
Siamo stati felici insieme e non ti dimenticherò mai.
Peccato per te, peccato per noi, Johannes. (...)

Amico mio, amore mio, dormi bene.
Dormi per sempre."-



Magda e Johannes, una coppia come tante, sposati da anni, condividono l'amore per la campagna toscana tanto da ristrutturare un antico podere vicino a Montevarchi, dove fuggire dal caos cittadino di Berlino godendosi un'oasi di pace e relax a contatto con la natura.





Magda è una bella donna sulla quarantina, ma dall'aria estremamente giovanile. Lavora in una farmacia di Berlino e ama estremamente suo marito.
Johannes gestisce la ditta di traslochi del padre, ormai anziano. Ha un fratello di nome Lukas che fa l'attore, - o almeno ci prova- ma con cui ha sempre avuto un rapporto abbastanza conflittuale. Ama sua moglie, è stata la prima storia seria della sua vita, dopo un'innumerevole numero di conquiste facili, è l'ha sposata, sotto lo sguardo invidioso del fratello, segretamente innamorato di lei. Come tutte le coppie anche il rapporto idilliaco di Johannes e Magda subisce degli alti e bassi, ma nulla finora ha messo in pericolo il loro matrimonio. Johannes è un marito fedele, almeno fino a quando non si trova a soccorrere un motociclista coinvolto in un grave incidente stradale che si rivela essere una bellissima giovane donna dai capelli rossi: Carolina.


-"Stai attento", gli disse mentre era nuda tra le sue braccia, (...)
"non mi accontento delle cose a metà.
Non sono l'amante che si può andare a trovare una volta al mese
e che poi scompare nell'ombra. (...)
Sono avida, io, e voglio tutto oppure niente."
Carolina non giocava.
Non sarebbe rimasto segreto niente,
se avesse incontrato di nuovo Carolina,
ma lui era pronto a correre questo rischio.-


Magda ha la massima fiducia in suo marito, ma basta una svista per rovinare tutto... un sms non cancellato nel telefonino dimenticato in cima al comodino: così comincia l'incubo per Magda, che la porterà irrimediabilmente verso una strada senza uscita.





"Le sembrava di vivere sotto una campana di vetro:
vedeva tutto, ma non sentiva niente. (...)

Immaginò che un incendio distruggesse ogni cosa e non provò niente.

Non c'era niente che avrebbe rimpianto, lei non era già più qui, non era più viva. (...)
Lei provò a immaginare come sarebbe stato non averlo più accanto,
non sentire più il suo respiro, e questo pensiero la fece piombare nel panico.
Non poteva vivere senza di lui,
ma non poteva più nemmeno vivere con lui.
Un'unica frase le rigirava incessantemente per la testa:
quando uno tradisce l'altro, la vita è finita."


Anche quest'anno come tutte le estati, i coniugi Tillmann decidono di trascorrere le vacanze ad Ambra, al loro podere La Roccia, situato su di un'altura di cinquecentotrentun metri tra Solata,San Leolino e Nusenna, nelle verdi colline toscane. Questa volta però Magda arriverà da sola in Italia, Johannes si è trattenuto ancora qualche giorno in Germania e lei sa il perché: lui ha un'amante e Magda non può più sopportare questa situazione. Johannes le ha distrutto la vita ed è giunto per lei, il tempo della vendetta. Magda ha progettato tutto e, a mano a mano che con la mente ripercorre ogni minimo dettaglio del suo piano, ritrova la calma e la serenità.





-Rannicchiata sotto la morbida coperta, pensò a Johannes.
"Dormi bene, tesoro", mormorò, "dormi bene, dovunque tu sia.
E non dimenticarmi."-


Tutto sembra andare nel migliore dei modi. Tra una bugia e l'altra, Magda cerca di vivere la sua vita: ora ha finalmente l'amore di Johannes solo per lei e questo la rende felice. Ma la situazione precipita nel momento in cui Lukas, fratello di Johannes, arriva in Toscana per trascorrere inaspettatamente alcuni giorni di vacanza con loro...


Quali altre ragnatele di bugie tesserà Magda nel tentativo di nascondere la verità a Lukas
e agli amici italiani insospettiti da questa improvvisa sparizione dell'uomo?
E Lukas da sempre innamorato della cognata

come reagirà alla possibilità di avere finalmente per sè l'amore della sua vita?
Verrà svelata questa terribile verità?




Il mio giudizio

"Dormi per sempre" si è rivelato essere molto più di un thriller, molto più di un giallo, ma un vero e proprio diario di emozioni della protagonista, che in questo caso non è la vittima, bensì il carnefice. Guardandola dal "di fuori", leggendone distrattamente la trama, può sembrare la classica storia della moglie tradita che si vendica del marito nel modo più egoista possibile: uccidendolo. Ma nel personaggio di Magda c'è molto di più di un orgoglio ferito e di un cuore spezzato, bensì un'intera vita passata nell'ombra dell'umiliazione e dell'affetto negato donatogli da un padre assente ed egoista e da una madre troppo debole e insicura che si lascia calpestare dal continuo e ripetuto tradimento del marito. Magda cresce col pensiero della morte di suo padre e col ricordo della frase pronunciata dalla madre al funerale del marito: "quando uno tradisce l'altro, la vita è finita". Finalmente, dopo tanto tempo, la piccola Magda la vede camminare con passo sicuro, lo sguardo limpido rivolto in avanti, orgogliosa e fiera di sé: dal quel giorno suo padre sarebbe stato solo loro e di nessun'altro.
Molti saranno i colpi di scena sulla vita di Magda che si susseguiranno nel corso della storia e molti sono i personaggi che egregiamente la Thiesler riesce ad incastrare in questa fitta trama, come tanti piccoli pezzi di puzzle, ognuno al proprio posto, creando così un quadro perfetto. Ogni personaggio ci racconta un pò di sé; ci rende partecipi dei suoi piccoli e grandi drammi personali, più o meno affini alla storia, che non distraggono comunque il lettore dalla trama principale della storia, bensì l'arricchiscono tenendo alta l'attenzione. Lo stile della Thiesler e semplice e pulito, rendendo così una storia "importante" e articolata come questa, una facile lettura per tutti.
"Dormi per sempre" è un libro che merita davvero di essere letto in tutte le sue sfaccettature.



L'autrice

Sabine Thisler è nata a Berlino, dove ha studiato germanistica e discipline teatrali. Ha lavorato come sceneggiatrice per la televisione e per il teatro, ma ha raggiunto il successo come scrittrice. Alcuni dei suoi romanzi come "Der Kindersammler" e "Hexenkind" sono rimasti per mesi nelle classifiche tedesche dei libri più venduti.



3 commenti:

  1. Sembra un libro veramente la pena di essere letto e complimenti per la recensione!

    RispondiElimina
  2. Grazie Follettina :) Sono contenta ti sia piaciuta! Io te lo consiglio caldamente!

    RispondiElimina
  3. Ciao ti ho premiata con il One Lovely Blog Award

    http://www.inchiostrosimpatico.net/2011/05/11/premio-one-lovely-blog-award/

    RispondiElimina