domenica 1 maggio 2011

Speciale Made in Italy con giveaway... Alexia Bianchini



Benvenuti ad un nuovo appuntamento con la consueta rubrica "Made in Italy", dedicata ai nostri scrittori italiani.
Oggi ho il piacere di avere qui con noi Alexia Bianchini,
che ci presenterà il suo primo romanzo fantasy:
"Scarn -La nuova era dei vampiri-"




La sofferenza ci rende vulnerabili
Non possiamo che dar sfogo ai nostri istinti per poter sopravvivere
e la linea di confine fra Giusto e Sbagliato perde forma e consistenza
Cadiamo, senza nulla a cui aggrapparci

Nella convinzione che quello che facciamo
è solo per la nostra salvezza
Tutto diviene lecito e l'ipocrisia ride dei deboli

Ma è solo l'illusione di poter trovare una giustificazione
ai nostri crimini
Perché la realtà non sarebbe digeribile serebbe
Imperdonabile






La nostra storia si svolge nel futuro. Un futuro in cui gli umani, i cosidetti "carnali" sono ormai considerati solo "carne fresca" per vampiri assetati di sangue: gli Scarn, seguaci di Van , che circa trecento anni prima compie una delle più grandi stragi di carnali mai immaginate sulla faccia della terra. Solo gli Anziani -un gruppo rispettato di vampiri d'alto rango- riescono a salvare i pochi carnali rimasti, nescondendoli in dei rifugi. Gli scienziati inoltre, riescono a creare un plasma sintetico che permette ai vampiri di sopravvivere. Gli Scarn però non stanno alle regole, vivono nel caos e nella violenza; non trovando più carnali di cui cibarsi, iniziano a brutalizzare e seviziare gli stessi vampiri. L'unica speranza di combattere gli Scarn viene dai Mezzosangue -nati dall'unione di umani e vampiri- a cui gli Anziani chiedono aiuto.

La protagonista di questa storia è Ambra. Graziosa, con lunghi capelli rossi alle spalle, si è sempre sentita diversa da tutti i suoi fratelli, molto più forti, più veloci di lei e tremendamente attratti dal suo sangue. Ambra si sente sola all'interno di una famiglia che non capisce. L'unica persona che le dimostra più di altri la sua vicinanza e il suo affetto è il padre, che sin da bambina la costringe ad allenarsi duramente e a combattere, insegnandole l'arte delle armi per cui lui ha una grande passione. Ambra vive come una reclusa nella sua stessa casa, a differenza dei suoi fratelli, a lei non è concesso andare a scuola, è obbligata a studiare da casa e non può uscire da sola. Al suo quindicesimo compleanno però tutto cambia improvvisamente e un nuovo mondo le si svela dinanzi.


Ma sarà quello il mondo di cui tanto voleva far parte? Quali insidie e quali pericolose scoperte l'aspettano dietro l'angolo?


La scuola è una giungla di animali affamati e pronti a cacciare la preda più debole: lei. Si sentirà costantemente osservata e la pressione sarà molta, ma uno strano incontro si rivelerà essere per lei di vitale importanza: Mindy

"Un orecchino ad anello deturpava il suo sopracciglio,
uno era infilato nel naso
e un brillantino luccicava appena sotto le sue labbra,
dipinte di un viola intenso. Le orecchie ne erano piene.
Sbuffava il fumo sul volto di Ambra
e sorrideva guardando quella ragazzina per terrorizzarla.
-Non hai paura di me?-"


Protagonista maschile di questo romanzo è David, affascinante ragazzo dall'aria fredda e scontrosa, che diventerà la sua "balia" all'interno della scuola.


"Da quello che ho visto
non mi fanno andare in giro senza una balia!"
gli rispose seccata.
"Allora io sarei la tua balia?" disse in tono acido.
"Così sembra... se per andare semplicemente al gabinetto
ti devo chiamare"
gli rispose Ambra con tono canzonatorio.
"Ti devo proteggere. Non credere che sia piacevole per me"



Ma cosa nasconde David dietro quella maschera di indifferenza? E perchè nonostante lui la tratti con disprezzo, Ambra si sente estasiata dalla sua vicinanza? Grandi saranno le scoperte che Ambra farà per caso, trovando un vecchio libro nascosto in un armadietto dei medicinali... un libro che le rivelerà la sua vera natura. Molte saranno le sfide che dovrà affrontare per salvare sè stessa e le persone che ama dalla furia degli Scarn.


Il mio giudizio

Scarn -La nuova era dei vampiri- apre davvero un nuovo scenario su ciò che concerne la figura del vampiro nella nostra società. Alexia ci proietta in una futura realtà, dove il nostro mondo è in balia dei vampiri, che si distinguono però in più fazioni, tra le quali esistono vampiri "buoni" capaci di controllare i propri istinti, anche grazie alla creazione di plasma artificiale, ed esseri sadici e famelici, preda della brama di sangue e potere: gli Scarn. Il vampiro quindi non viene più visto come una sorta di creatura demoniaca, privata della propria umanità, ma bensì come una nuova razza, una diversa forma di "vita" che lotta per la sopravvivenza sottomettendo il più debole. La scrittura di Alexia è veloce e scorrevole, piena di azione, senza nessun "punto morto" troppo descrittivo o troppo riflessivo da parte dei personaggi, che esprimono invece grande dinamicità. Ogni capitolo ha la sua grande o piccola scena d'azione che ci tiene col fiato sospeso. Un libro che racchiude in sé molti aspetti fantasy, ma anche fantascientifici, per una lettura davvero interessante e mai scontata. Un romanzo adatto a tutti, ragazzi e adulti, che soddisferà le aspettative del lettore di ogni età.


Quattro chiacchere con Alexia

-Ciao Alexia è un piacere averti con noi! Pochi mesi fa, qui al Literary Cafè abbiamo parlato nelle anteprime, della pubblicazione del tuo romanzo "Scarn -La nuova era dei vampiri-" e ora finalmente stringo tra le mani una copia del tuo libro. Una gran bella soddisfazione, vero?

È impagabile quando un tuo romanzo viene divulgato. Certo, la prima soddisfazione è la chiamata da parte dell’editore. Sapere che il proprio lavoro è ritenuto degno di essere pubblicato appaga ogni sforzo fatto. Il giudizio del lettore poi è fondamentale e ti aiuta a comprendere i punti vincenti e quelli deboli del tuo operato. Bisogna accettare ogni critica con umiltà e usarla per migliorarsi. Un libro è solo un primo passo se la voglia di scrivere è smisurata e sono i lettori che ti accompagnano attraverso un percorso di crescita.

-Leggendo la tua biografia, posso dire che sei sicuramente una donna dalle mille risorse a cui non manca di certo lo spirito d'iniziativa. Mamma a tempo pieno, scrittrice per lavoro e per passione di innumerevoli racconti e diversi romanzi -molti dei quali aspettano ancora pazienti nel fondo di un cassetto- e vice direttore del FantasyPlanet! Vuoi raccontarci com'è nata questa tua grande passione per la scrittura?

Anche da bambina amavo scrivere, però accadde un’esperienza familiare che mi bloccò dal punto di vista creativo. Purtroppo nella mia innocenza scrissi un tema forte sulla famiglia, scatenando putiferio. Per anni continuai a scarabocchiare su foglietti, gettandoli subito dopo. Mi buttai sulla lettura: il primo amore fu per la fantascienza, poi passai a tutto ciò che attirava la mia attenzione, apprezzando molto i romanzi storici. Non mi persi un film fantasy, horror o di fantascienza per nulla al mondo, ma di scrivere non se ne parlava, ero bloccata!
Devo dire grazie a mio marito, perché raccontando a lui i miei sogni assurdi mi spinse a provarci. Poi arrivarono i figli e anziché frenare sembrava mi dessero l’adrenalina per continuare. Da dieci anni a questa parte la scrittura fa parte del mio quotidiano, non posso più farne a meno. Scrivo molto, e se avessi più tempo scriverei ancora di più!

-Qual è tra i vari generi il tuo preferito, quello in cui ti rispecchi di più come scrittrice e perché?

Indubbiamente il dark, in ogni sua forma. Sia che io scriva un weird, un fantasy, un horror o un testo di fantascienza, quando subentrano elementi gotici, sento di muovermi nel mio ambiente. La morte, la paura sono elementi che si ritrovano nei miei scritti, e non perché io sia strana, ma perché permette di esorcizzare ciò che più ci spaventa come esseri umani. Tendo a sottolineare i disagi e le diversità, per mettere in evidenza quanto sia paradossale ghettizzare e classificare le persone. Parto dal buio per arrivare alla luce. Inoltre non sempre tutto ciò che appare nei miei scritti corrisponde a realtà: mi piace confondere il lettore.

-Parlaci di "Scarn". I protagonisti indiscussi di questo tuo romanzo sono i vampiri, rivisti però in chiave futuristica, immaginando di ritrovarsi in un domani dove i cosiddetti "carnali" sono stati distrutti dai vampiri che sono saliti al potere. Una vera guerra tra umani e vampiri e ora una nuova minaccia: gli Scarn, un gruppo di esaltati succhiasangue che vogliono salire al potere,
distruggendo anche gli esseri della loro stessa specie.
Come tu stessa affermi, Ambra, la protagonista, è nata grazie a un sogno. Ci vuoi raccontare qualcosa in merito?

La ritengo una fortuna poter sognare così tanto e in modo così strano. Mi ritrovo catapultata in un ambiente insolito, circondata da persone che non mi vedono, ed io osservo, prendo appunti, come fossi in un set cinematografico. È accaduto così anche con Ambra. La prima volta che la vidi ero nella sua casa, come l’inizio del mio romanzo, e leggevo il suo disagio mentre osservava i suoi fratelli. Mi misi a scrutare i loro visi, notando delle differenze evidenti, che invece lei non afferrava.

-Scarn è un libro per tutti, adulti e ragazzi. Dietro questa storia fantastica si cela un argomento importante, quale la necessità di comunicazione e il bisogno di sentirsi accettati all'interno di un gruppo, dalle persone a noi più vicine. Molti infatti saranno i complessi, i dubbi che Ambra dovrà affrontare in seguito alle incomprensioni con la sua famiglia. Cosa ne pensi tu, Alexia, di questo problema che spesso ritroviamo nella nostra società?

Penso che il dialogo sia ridotto al minimo. Non ci si confronta abbastanza, e si nascondono le verità scomode. Basterebbe parlare a cuore aperto e nel massimo rispetto, anche quando è difficile. Tutto ciò avviene per paura di non essere compresi, e crescendo ci si chiude. Come mamma cerco di coinvolgere i miei figli a dialogare di ogni cosa, però è intrinseco nella natura umana nascondere. Una società come la nostra preferisce le bugie, lo si vede da come le persone toste che dicono sempre quello che pensano vengano poi escluse. Sono dell’idea che perdere tempo con chi non vuole ascoltare sia inutile, ma almeno una volta bisogna pur tentare. Magari possiamo sorvolare con i conoscenti, ma con le persone che amiamo dobbiamo sempre insistere! Anni fa persi un’amica per la mia sincerità, ma non piansi, io ero stata onesta. Dopo due anni mi ha richiamata e ora è come la sorella che non ho mai avuto!

-So che stai lavorando alla stesura del seguito di Scarn, puoi anticiparci qualcosa?

Gli Scarn sono ovunque. Ambra e i suoi amici hanno sconfitto un piccolo gruppo, ma la minaccia è incombente. Si stanno preparando all’attacco, ma inaspettatamente subiscono un agguato. Ora il nemico ha modo di ricattarla, ma lei non si fermerà. Partirà con o senza aiuto per Milano, la roccaforte degli Scarn, decisa ad affrontarli.

-Da scrittrice, hai molto a cuore gli autori emergenti. Partecipi infatti a molte iniziative e progetti. Hai qualche suggerimento da dare a chi si affaccia a questo nuovo mondo che è l'editoria?

Leggete molto e di ogni genere. Anche dal libro più lontano dai vostri gusti potreste essere meravigliosamente stupiti. Umiltà e pazienza. Se siete presi dalla smania di scrivere non fermatevi, poi però dovrete fare attenzione a non avere fretta di mostrare il vostro scritto. Lasciatelo riposare e dedicatevi a un altro progetto. Quando lo riprenderete avrete modo di vedere i vostri errori, perché vi sarete staccati emotivamente. Ricordatevi che siete all’inizio e le critiche vanno accettate perché vi aiuteranno a migliorare. Ciò non toglie che non dovete lasciarvi abbattere da un NO, perché sono diversi i motivi per cui un testo non viene accettato da una casa editrice. Siate positivi, potrebbero avervi detto di no, solo perché hanno un libro dello stesso genere che sta per uscire, oppure non piace il vostro stile, ma non è detto che un altro editor vi trovi geniale!
Fate ricerche. È fondamentale a mio avviso studiare bene l’ambientazione e i vostri protagonisti.
Libri o corsi. Ci sono libri sul mercato molto utili per uno scrittore, ma non so se posso fare pubblicità… ve lo dirò in privato!
Non smettete di scrivere. A volte basta un pensiero, una poesia, un piccolo racconto, ma vi farà stare bene con voi stessi. Ricordate che è pura passione, e che non si diventa ricchi (alcuni sì, ma è assai difficile per i comuni mortali!)

-Concordo pienamente con te su tutti i punti! Diventare scrittore è un percorso, una crescita interiore e come tale ha bisogno di tempo per evolvere. Grazie dei tuoi preziosi consigli, so che molti ne faranno buon uso!
Siamo giunti al termine di questo appuntamento. Grazie Alexia per averci dedicato un po’ del tuo tempo. Spero tornerai presto a trovarci. Un abbraccio forte da parte mia e da tutti gli amici del blog.




Giveaway:
partecipa e vinci!


Leggete lo speciale con recensione e intervista all'autrice, lasciate un commento "sensato" per favore, che faccia capire che avete letto "realmente" lo speciale sul libro e compilate il form sottostante con tutti i vostri dati: mi raccomando inserite il nickname con cui siete registrati al blog. PER PARTECIPARE DOVETE ESSERE FOLLOWER DEL BLOG!!
ATTENZIONE
: fate esattamente ciò che vi viene richiesto, perchè commenti senza form o form compilati senza commento non saranno ritenuti validi e quindi non potranno partecipare all'estrazione che come solito verrà visualizzata sul blog tramite l'apposito programma -Random.com- . Supportate l'iniziativa inserendo il link dello speciale sul vostro blog o condividendolo sul vostro profilo facebook:http://glorialiterarycafe.blogspot.com/2011/05/made-in-italy-con-alexia-bianchini.html I link verrano visionati e avrete così la possibilità di guadagnare fino a un massimo di tre punti -uno per ogni link inserito-, che aumenteranno le vostre possibilità di vincita.
Il concorso inizierà oggi, giovedì 5 Maggio 2011 e si chiuderà alla mezzanotte di sabato 21 Maggio 2011. Partecipate numerosi!


Buona fortuna!




23 commenti:

  1. Scarn è un libro che ti emoziona leggere e ti trascina fino all'ultima pagina. Lo consiglio a tutti gli amanti del genere perchè ne vale decisamente la pena.

    RispondiElimina
  2. Senza dubbio Scarn è un libro favoloso, capace di suscitarti mille emozioni diverse. Ognuno di noi può rispecchiarsi in uno dei personaggi, ognuno dei quali ha una proprio psicologia, nessuna facile da capire, tuttavia facile da interpretare.è una storia del tutto nuova e sensazione. Scarn è un libro per tutti, adulti e ragazzi. Ma credo che i ragazzi riescano a provare più sensazioni, perchè la loro mente è già abilitata. Loro possono vivere in questo nuovo mondo creato da Alexia Bianchini. Lei stessa ha detto di ritrovarsi catapultata al suo interno. Si è affezionata ad Ambra.
    Sen'altro l'autrice è una persona seria, autorevole, ma per quel che posso dire è anche molto simpatica e paziente. Il libro è ben scritto, accuratamente e non deve essere stato semplice scriverlo e correggerlo.

    Magari, il mio non sarà un commento chissà quanto importante e magari non sarà il migliore. Ma spero di essere stata d'aiuto a chi ancora non aveva scrutato sotto le pagine e chi non sa ancora leggere olte le righe.

    Buona fortuna, AlexiA!

    RispondiElimina
  3. Libro interessante, ha una trama che si potrebbe definire decisamente alternativa a quelle che siamo abituati a vedere in giro adesso, sicuramente sarà per "l'abientazione futuristica" ma intriga xD
    Sinceramente la pecca (che magari vedo solo io) è la copertina perchè cover del genere, a mio avviso, danneggiano il libro e molto spesso, ingannando, allontanano lettori che credendo che possa essere un libro per ragazzini non si mettono nemmeno a leggere la trama, un vero peccato.

    RispondiElimina
  4. ciao Gloria, come sempre bella recensione..cominciamo dalla copertina bella e diversa dallle solite quel volto dietro i due ragazzi impressionante....ho letto la trama e l'ho trovata originale una ragazza catapultata direttamente in una scuola senza conoscere nessuno e scoprire in seguito la sua vera natura....be qualora dovessi vincerlo sarò molto curiosa di leggerlo altrimenti provvederemo a inserirlo nella lista dei desideri

    RispondiElimina
  5. Ciao!Partecipo volentieri a questo splendido giveaway *_* Ho letto la trama e mi è sembrata molto originale ^^ Io adoro le storie di vampiri ma questa sembra davvero particolarissima (scissione tra vampiri buoni e Scarn, la figura di Ambra e la sua vita). La recensione stilata mi è sembrata davvero carinissima così come l'intervista. C'è realmente bisogno di questi nuovi scrittori, che sono la linfa vitale della narrativa italiana ed internazionale ^^ Ne approfitto per porgere i miei complimenti ad Alexia, sono realmente curiosa di leggere il suo romanzo *_* Incrocio le dita^^

    RispondiElimina
  6. Gloria, lasciare questo commento sta diventando davvero complicato..Omero ne avrà passate di meno a scrivere l'iliade!! ahahah XD scherzi a parte, scriviamo qualcosa di sensato.
    Allora, è stata molto bella l'intervista all'autrice del libro e mi è davvero piaciuto che tutto sia nato da un sogno..da un qualcosa di magico in più al libro, non te lo so spiegare bene il motivo ma mi affascina..Mi piace molto la parte in cui dice che parte dal buio per arrivare alla luce,davvero una bella frase.
    Passiamo ora ai protagonisti..Ambra sinceramente non mi entusiasma granchè, spero di cambiare idea..ma..questa cosa della "reclusione in casa" mi sembra un pò assurda per una che lotta, e comunque il libro dovrebbe essere ambientato nel futuro quindi ancora più impensabile..Mindy sembra parecchio stronza, ma magari sarà una stronza buona...chissà..e david...wow..mi sà di uno di quei personaggi che ti appaiono in un modo e poi sono tutto l'opposto...immagino nasconda un mondo dietro di sè...e che dire..aggiungiamoci il fattore sfiga visto che compro tantissimi libri e non ne vinco mai mezzo!!!!
    aggiungiamo che i Vampiri sono il mio argoment preferito...e che in questo periodo cerco nuove letture..vabbè..ora vado. In bocca al lupo a tutte, e incrociamo le dita

    RispondiElimina
  7. Eccomi qui anche io! La trama di Scarn è interessante... Mi domando una cosa... ma come mai utimamente le protagoniste femminili dei libri sono sempre più spesso dai capelli rossi? XD p.s. Bella anche la cover!

    RispondiElimina
  8. Ho letto tutto.. giurin giurello!
    Ho letto la trama di questo libro già qualche tempo fa ma non potevo comprarlo :(
    che dire? mi interessava allora e mi interessa adesso...
    di tutto quello che ho letto la cosa che mi ha entusiasmato maggiormente è il personaggio di David.. è troppo simile alle persone che mi stavano intorno quando ero "giovane"...

    RispondiElimina
  9. Eccomi qui^^
    Bhè che dire...la trama sembra interessante e sono curiosa di vedere come questa autrice ha affrontato il tema "vampiri" tanto gettonato in questo periodo.
    E poi l'autrice è un'esordiente e quindi che benvengano i nostri giovani autori!!
    Dalla recensione lo stile dell'autrice è molto dinamico e questo per me è un punto fondamentale!! Incrociamo le dita^^

    RispondiElimina
  10. Ultimamente a dir la verita' evito un po' il genere "Vampiresco" perche' sembra che non abbia piu' tanto da dire...
    Ma dopo aver letto la trama, supportata dal tuo commento e dall'intervista alla scrittrice, sembra che questo libro abbia qualcosa di diverso da raccontare, forse qualcosa di nuovo...
    Certo dovro' leggerlo per capirlo ma i presupposti ci sono...
    Quindi incrocio le dita!

    RispondiElimina
  11. Bè,che dire!?Ultimamente tutti scrivono libri sui vampiri...ma se non ho capito male in questo libro,in questa storia i vampiri vengono visti sotto un altro punto di vista...o meglio vengono descritti in maniera diversa,come ho letto sopra,una diversa forma di vita...quindi mi piacerebbe molto leggerlo perchè sembra trattare un argomento ormai comune con una particolare sfumatura...!! Buona Fortuna a tutti!! :)
    E soprattutto complimenti in anticipo all'autrice..e complimenti ancora per la copertina!!! :)

    RispondiElimina
  12. Innanzi tutto voglio ringraziare Alexia per i suggerimenti agli scrittori esordienti, io sono una di quelle che non ha mai avuto il coraggio di andare fino in fondo perchè ogni scritto mi sembra che manchi di qualcosa, ma scrivo comunque e mi rinnovo di continuo e anche scrivere solo per me mi rende felice .... mi piace molto la trama di questo libro e la fantasia nel creare questo mondo diverso, pauroso e appassionante, le menti geniali a volte esistono.... spero di poterlo leggere e faccio i complimenti anche al blog.... una miniera di novità.... baci (Armida/SpikeJem)

    RispondiElimina
  13. Sono ripassata perchè volevo controllare se risultavo follower del blog perchè ultimamente google mi fa parecchi scherzettima..... ficherrimo????? o.O
    Avessero messo almeno la G al posto della C... ma comunque... non è italiano! ò___o

    RispondiElimina
  14. Amo supportare fli autori Italiani e trovo questa vostra iniziativa davvero fantastica! La trama sembra molto buona e ben caratterizzata, l'idea di vampiri buoni e vampiri legati all'istinto, mi piace molto e anche l'idea della mega-strage umana in cui praticamente rimangono pochi esemplari la trovo davverlo interessante.
    Nella speranza di poterlo vincere, lo aggiungo alla mia wishlist!!!

    RispondiElimina
  15. Bella iniziativa

    RispondiElimina
  16. Purtroppo sono drogata di fantasy vampireschi, dico purtroppo perchè a volte sembra di leggere sempre lo stesso libro, non c'è molta originalità in giro. Ho letto che ti è sembrato originale, anche a me la trama sembra affascinante! Un nuovo mondo, un nuova definizione di vampiro... sono proprio curiosa di leggerlo!
    Avrei scelto una copertina diversa, questa mi fa pensare ad un romanzo prettamente teen...

    RispondiElimina
  17. Grazie, per prima cosa.
    Da quanto ho capito è un romanzo con una visione futuristica sui vampiri: bello. Vorrei proprio leggerlo anche perchè sembra rompa un pò gli schemi dei mille romanzi che ho letto fin ora sui vampiri. Mi piacciono i romanzi sui vampiri e cercavo proprio qualcosa di diverso. Senza contare che l'autrice è italiana!
    Speriamo ...

    RispondiElimina
  18. Bellissima recensione come sempre del resto Gloria. Complimenti invece ad Alexia, per aver creato un romanzo alternativo, totalmente diverso per quanto concerne i vampiri, proiettandosi per la prima volta nel futuro e forse riuscendo a mettere a nudo la loro realtà, i loro sentimenti per quello che realmente sono e che nulla potrà cambiare neanche aiutando gli umani a sopravvivere.

    RispondiElimina
  19. E se questo libro non fosse il mio genere?L'unico modo per scoprirlo è vincerlo!Non si sa mai che provando e riprovando...

    RispondiElimina
  20. frase in cui mi sono riconosciuta con Alexia Bianchini
    "La ritengo una fortuna poter sognare così tanto e in modo così strano. Mi ritrovo catapultata in un ambiente insolito, circondata da persone che non mi vedono, ed io osservo, prendo appunti, come fossi in un set cinematografico" almeno non sono solo io ad avere sogni che poi diventano libri, anche Xyen è nato così!

    RispondiElimina
  21. Sembra fantastico, un mondo dove le cose sono invertite, vampiri al comando, spero con tutto il cuore di vincereee!!!
    Black_Moony

    RispondiElimina
  22. Vampiri .. Vampiri .. Vampiri .. Non ne avrò mai abbastanza <3

    RispondiElimina