domenica 18 gennaio 2015

Recensione:'Sconosciuti' di Megan Hart





Il sesso a volte può essere una fuga, un mezzo per creare una realtà parallela, dove sentirsi vivi e smettere di pensare. È ciò che crede Stella che ogni tanto, nel fine settimana, prende un aereo e parte per una destinazione qualsiasi. Si ferma al bar dell'aeroporto e lì abborda uno sconosciuto per una notte di sesso anonimo e senza legami. Le sembra questo l'unico modo per alleggerire la tensione e le preoccupazioni della vita quotidiana. Finché un giorno, volando a Chicago per lavoro, incontra Matthew. Il sesso tra loro è esplosivo e si crea un'intimità intensa e nuova per entrambi. Ma le cose non sono semplici come possono sembrare. Stella e Matthew, infatti hanno un passato difficile con cui fare i conti e sentimenti con cui riconciliarsi.


-Rossetto scarlatto, pelle liscia e morbida, profumo...
Molte donne sanno come attirare l'attenzione di un maschio.
Agli uomini piacciono i capelli setosi e fluenti,
 gli abiti aderenti e provocanti,
i tacchi alti e i reggicalze, proprio come quello che indossa Stella ora. (...)
Potrebbe ringraziarlo per averle offerto il te, poi alzarsi e andarsene,
lasciandolo ai segreti che già ha invece di causargliene un altro.
La sua coscienza le impone di augurargli buonanotte 
e Stella l'ascolta, ma anche Glenn si alza e le chiede dove alloggia.
L'occasione di comportarsi bene è passata;
chi può dire cosa sia giusto e cosa sia sbagliato? (...)
Gli ha semplicemente offerto una tentazione; 
lui non deve coglierla per forza.
Però mentre prende la borsetta e Glenn l'aiuta a mettersi l'impermeabile, Stella sa che l'ha già afferrata al volo (...)
e lei non vuole trattenersi, 
perchè è proprio questo ciò che desidera veramente,
ciò di cui ha bisogno, questo improvviso legame spoglio,
privo di tutto, quasi disperato,
tra due persone che sanno l'una dell'altra solo il nome di battesimo,
ma si conoscono più intimamente attraverso il gusto dei loro baci.-


Il commento di Michela

Stella è sicuramente una donna affascinante, una quarantenne, non più una ragazzina, che usa il sesso per evadere da una routine fatta di continue discussioni con l'ex marito e dal rapporto problematico con il figlio adolescente. Un gioco di seduzione il suo che inizia con un viaggio. Lo scopo non è la destinazione, ma l'arrivare in un bar qualsiasi di un qualunque aeroporto e sedurre un uomo a suo piacimento, ma il gioco si complica quando durante un viaggio di lavoro a Chicago incontra Matthew... Stella non rivela mai a nessun uomo la sua vera identità e non parla troppo di se stessa, nessun secondo appuntamento, nessun numero di telefono... ma si sa, ogni tanto le regole esistono per essere infrante.
Onestamente all'inizio del libro mi sono detta 'ecco il solito romanzo erotico basato solo su scene di sesso', ma per fortuna mi sono dovuta piacevolmente ricredere. Stella, la protagonista, non è il personaggio frivolo a caccia di forti emozioni come credevo, perchè dietro la sua figura da femme fatale, vi è una donna con un doloroso passato e un presente alquanto difficile e il suo personaggio arrichisce la storia, creando una trama interessante e donando al lettore molto più di una serie di avventure erotiche fini a se stesse.
Ho già letto altri romanzi di Megan Hart e come sempre ho apprezzato il suo stile forte e diretto nello scrivere -come una scrittrice erotica deve essere in fondo, se no scriverebbe un altro genere- che sa essere tale senza cadere nella volgarità.
'Sconosciuti' è quindi, a mio parere, una piacevole lettura per tutti gli amanti del genere a 'tinte forti'...

Nessun commento:

Posta un commento